CUCCIOLO IN ARRIVO, COME COMPORTARSI ? PARTE TERZA

cucciolo in arrivo, come comportarsi? parte seconda.
20 Giugno 2016
Forasacchi e cani, un pericolo da non sottovalutare.
29 Giugno 2016

CUCCIOLO IN ARRIVO, COME COMPORTARSI ? PARTE TERZA

CUCCIOLO IN ARRIVO, COME COMPORTARSI ? PARTE TERZA

asd centro cinofilo IL LUPO cucciolo 5

Quando uscite per la passeggiata in città non usate il guinzaglio Flex (quello allungabile) poichè potreste essere sanzionati in quanto più lungo di 1,5 mt. (massima lunghezza consentita ), possibilmente non usate la pettorina (non è educativa e non aiuta nel controllo del cane ) ma un semplice collarino .

Iniziate subito a farlo familiarizzare con la museruola che dovrete insegnargli a farsi mettere se un pubblico ufficiale o un negoziante dovesse chiedervelo.

Portatelo molto spesso fuori per insegnargli prima possibile che i suoi bisogni deve farli li.. potete portarlo fuori anche ogni ora per il tempo necessario a fare un bisognino che premierete con una ricompensa alimentare e tante coccole… ma subito dopo non portatelo immediatamente a casa ma fate passare qualche minuto. Cercate nei limiti del possibile di anticiparlo interpretando i segnali posturali che preannunciano la necessità del bisogno. In ogni caso sempre la mattina appena svegli (anche se la avesse già fatta in casa) , dopo qualche minuto dopo i suoi pasti, e poi l’ultima uscita prima di andare a dormire per svuotare la vescica per la notte. Se in casa fa il bisognino in casa  fuori dalla traversina non sgridatelo… sarebbe come sgridare un neonato..ma pulite con prodotti non contenenti varichina (fisserebbe l’odore) mentre il cucciolo però non vi stà vedendo (trasferitelo per il tempo necessario a pulire in altra stanza ).

Quando siete fuori casa a passeggio NON prendetelo in braccio di continuo..! Specialmente se siete a passeggio fatelo abituare a camminare al guinzaglio con voi (si abituerà alla vostra presenza e a seguirvi) e se incontrate cani adulti o altri cuccioli NON prendetelo in braccio ma fatelo relazionare, con il dovuto controllo, con i suoi simili evitando che prendendolo in braccio lo possiate rendere insicuro e “aggressivo” sia nei confronti dei suoi simili che degli umani (oltretutto prendendolo in braccio correte il rischio che gli altri cani possano aggredirlo…) fatelo interagire e fategli fare nuove esperienze . Così facendo diventerà un cane equilibrato e socievole, sicuro di se ma non aggressivo.

Fategli conoscere umani adulti e bambini, in ambienti e situazioni sempre diverse, vicino al traffico, vicino alle biciclette, motorini o scooter accesi, centri commerciali, ricompensando sempre la sua tranquillità con dei bocconcini di premio e lodandolo per il suo comportamento equilibrato. Presentategli in casa gli elettrodomestici di uso più comune (aspirapolvere, phon, lavatrice, oppure la scopa ) e in caso di sua tranquillità ricompensatelo. Stesso comportamento se si presentano situazioni nuove come un temporale, dei fuochi d’artificio, degli spari.. se il cucciolo non mostra disagio o spavento premiate il suo stato emotivo corretto .

Al Centro Cinofilo IL LUPO siamo a disposizione per aiutarvi per ogni altro piccolo disagio da affrontare nella crescita del vostro piccolo cucciolo.

Vi aspettiamo

ASD Centro Cinofilo IL LUPO

Caterina e Saverio